Biscotti

giovedì 30 dicembre 2010

Anacauguri per il 2011

Non perdete la rivista!
Il 2011 è alle porte; a tutti i lettori del blog auguri di un felice anno nuovo :-D . Per festeggiare, un video allegro.
--------------------------------------------------------------
La rivista Anacanapana è acquistabile anche a Bologna presso Alessandro Distribuzioni (dovrebbe essere esposto assieme a "Fumo di China"); da Alastor a Napoli a Napoli, da Eta Beta a Forlì ed a Milano alla Borsa del fumetto.
In alternativa è ordinabile anche su 1,2,3 stella, Casa del fumetto, E-Comics, Hovistocose.
-- Oppure si può ordinare direttamente all’editore (o acquistarla direttamente nella sede di Rimini, previo appuntamento), http://www.cartoonclub.it/Italiano/home.htm , seguendo le istruzioni di questa pagina; le spese di spedizione sono di 5 euro sia con vaglia postale che con bonifico, ma è comunque possibile con la stessa spedizione acquistare anche altri fumetti targati Cartoon Club, visibili in questa pagina, per esempio le strisce di "Pinturocchio".
Aperiodico, 48 pagine in b/n+copertina a colori, formato 26x22 cm, prezzo di copertina 6 euro (il costo di una pizza).
Il blog è all'http://anacanapana.blogspot.com/.

--------------------------------------------------------------
Fumettisulweb

Nuovo circuito di fumettisti: Fumettisulweb.
--------------------------------------------------------------
A questo indirizzo il palinsesto settimanale di Tele Capodistria.
-------------------------------------------------------------
“(…) Piffarerio, così come Magnus, mi dimostrò con questa e altre esperienze di essere un santo”.
Andrea Corno

giovedì 24 giugno 2010

Cosa contiene la rivista

Enrico, Marco e Sara
Bene, allora, mi presento, sono G.Moeri, uno degli autori presenti su "Anacanapana", e sono qui per parlare di questa nuova rivista di fumetto umoristico, che unisce i nuovi autori presenti in rete ai classici americani di inizio Novecento; cominciamo dai miei personaggi, che ...; Enrico: "Ecco, spiega bene al pubblico", Marco: "Che noi siamo appena entrati in servizio", Sara: "E siamo già sulle tracce del cattivo"; ecco, sono loro, ma finchè tengo la schiena poggiata sulle due porte affiancate queste non si aprono e loro rimangono dietro; Marco: "Non sai cosa perdi, ci sono anche Veronica ed Eva Libera con noi"; pensate a lavorare signori agenti segreti (umoristici) dell'Alto Comando, che vi hanno appena dato una tv locale da sorvegliare, certo, nessuno sospetterà di voi, un ragazzo pettinato ad esagono, un volatile umano ed una bionda bassa col nasone; Sara: "Non sai proprio riconoscere la bellezza nelle donne, tsè!", Enrico: "Parlagli intanto dei personaggi più noti, è già da un pò che leggono"; si, hai ragione, parliamo subito del Thimble Theatre (qui Teatro Ditale), la serie in cui nel 1929 apparve Braccio di Ferro; qui siamo nel 1919, agli inizi della serie, proprio a partire dal 19/12/19 fino al 1/1/20, ho fatto qualche ricerca ma non sono ancora riuscito a trovare delle ristampe di questo materiale prima d'ora; come primi protagonisti troviamo Olive Oyl (Olivia), il suo fidanzato Harold Hamgravy ed il cattivo da film muto Wille Wormwood (rimpiazzato l'anno dopo da Castor, il fratello di Olivia), impegnati in rapidi e gustosi teatrini in cui il bene trionfa sul male nella maniera meno eroica possibile, molto prima degli sganassoni di Braccio di Ferro; Olivia: "Braccio di Ferro? Di chi si tratta?"; ci sono anche loro dietro le porte, eh già, tu sei del 1919, non puoi conoscere uno del '29 ... Aroldo: "Scusi, io avrei effettuato degli investimenti che avrebbero dovuto dare i loro frutti proprio nel 1929, c'entra anche la Borsa, lei sa come sono andate le cose quell'anno?"; em, ho una mezza idea, ma passiamo adesso a parlare di ... ; Lurko: "Burp! Delle mie allegre scorribande magari"; sono a posto, adesso devo vedermela anche con i personaggi degli altri, dunque, Lurko è una specie di licantropo che invece di forme lupesche assume quelle suine, ed è una divertente serie di Fam, regolarmente presente in rete ... ; Lurko: "Flora, ti amo, dove sei" BAM SBADABAM CRASC ma che sta succedendo là dietro, allora, parliamo di "Bringing Up Father", ossia i nostri Arcibaldo e Petronilla, ben noti al nostro pubblico, marito e moglie agli antipodi per figure fisiche ed aspirazioni esistenziali, qui presenti con materiale del 1919 (ancora!) e non solo; Arcibaldo: "Scusi, già che dà indicazioni, vorrei andare da Dinty Moore per mangiare il mio lesso coi cavoli, ma da qui non so come arrivarci"; siamo lontanissimi da Dinty, un posto per mangiare però lo si trova, chieda indicazioni a quelli che parlavano prima; Arcibaldo: "Ha ragione, urca, che belle ragazze, scusate signorine ma voi mi ricordate Maggie ..."; Petronilla: "Ti ho sentito mascalzone, vieni qui, lasciati randellare" BRAM SOK PATANG ancora 'sti rumori, ma chissà i danni!
Pausa? Mi prendo una pausa.
Bene, anche quelli là dietro sembrano essersi placati, non si sente più nulla, eccetto un ticchettio, direi qualcosa di regolare, scandito, che adesso diventa una specie di musichina elettronica, da fantascienza; Sheeppard: "Se nei film di fantascienza hanno le colonne sonore, anche noi che lavoriamo nello spazio ci possiamo svagare con qualche musica a tema"; giusto, allora, Sheeppard è una pecora antropomorfa che fa il netturbino spaziale, in compagnia del suo assistente; Mody: "Esagltto, e senza di me mogldestamente ..." si farebbe il doppio di lavoro, ih ih ih, no, dicevo, si tratta di una divertente striscia di Zetabò, pure presente in rete; stesso discorso per una mia striscia che prende il nome dal protagonista, Vinus; Vinus: "Hic! Qualcuno parla di me? La bottiglia l'ho pagata, e questo fiasco è solo il mio portafortuna personale, hic hic!"; non sei più nella taverna Vinus, è meglio se torni da tua moglie, allora, torniamo agli Stati Uniti degli anni Dieci, perchè ... TUMP; Agente Pupp: "Questa volta hai esagerato topo, su, vieni in cella", Ignazio: "M-Ma agente, io miravo alla gatta, ho preso la porta per sbaglio", Krazy Kat: "Cevca di migliovave la miva cavo", Agente Pupp: "Vorrà dire che ti incatenerò alla porta del carcere"; vabbè, oramai si è capito tutto, comunque, ci sono le prime cinque strisce di Krazy Kat (qui "I Tre di Coconino") del 1918 e le prime tre tavole del 1916.
Ma guarda, le due tavole di Manu, il bravo autore di "Deficients&Dragons", altro fumetto presente in rete, aprono la rivista e le cito quasi per ultime; queste tavole però sono di una serie inedita chiamata "Galaxy Sisters", che presenta delle conturbanti piratesse spaziali; capitanessa della nave: "Esatto, e siamo più belle noi della cattiva di 'Yattaman'"; non ricordate queste cose ai lettori che mi vanno in visibilio; oltretutto, subito dopo le piratesse ci sono altre due tavole mie, con protagonista la classica tarzanella col bikini tigrato (in questo caso in versione umoristica); questa si chiama Shegra, ed oltre al costume ha di tigrato anche i capelli ... bè, non dice nulla? Shegra: "Growl!"; vabbè, non ne ha voglia, ricordiamo per finire altre due mie striscioline, la prima parte di un articolo biografico sui Tre Marmittoni (Three Stooges), degli importanti comici americani che spero qualcuno si ricordi, ed un breve articolo su Tele Capodistria e le sue vicissitudini sul satellite (sul quale è tornata da poco, questa estate).
Va bene, se siete indecisi se spendere soldi per le nuove proposte o per il buon fumetto di una volta qui ci sono entrambi, la rivista è stata presentata a luglio a Riminicomics al prezzo di 6 euro per 48 pagine in b/n+copertina a colori, l'editore è il Cartoon Club di Rimini, il sito è http://www.anacanapana.it/ (ma esiste anche il blog all' http://anacanapana.blogspot.com/ ), si può ordinare direttamente all'editore, si potrà acquistare a Luccacomics, è apparsa nei cataloghi delle fumetterie ma si può acquistare anche in rete da alcuni siti, e quando sarete arrivati i nostri architetti ....
SBRAM: invece di aprire le due porte le hanno sollevate e divelte dai cardini, si salvi chi può!
P.S:

Anacanapana
La rivista Anacanapana è acquistabile anche a Bologna presso Alessandro Distribuzioni(dovrebbe essere esposta assieme a "Fumo di China"), da Alastor a Napoli, da Eta Beta a Forlì ed a Milano alla Borsa del fumetto.
In alternativa è ordinabile anche su 1,2,3 stella, Casa del fumetto, E-Comics, Hovistocose.

--------------------------------------------------------------
Frank Carter
Oggi segnaliamo la striscia "Frank Carter", esempio di fumetto franco-belga realizzato però da autori italiani :-) .
--------------------------------------------------------------
Fumettisulweb

Nuovo circuito di fumettisti: Fumettisulweb.
--------------------------------------------------------------
A questo indirizzo il palinsesto settimanale di Tele Capodistria.

domenica 4 aprile 2010

Ultime su Anacanapana

Anacanapana


La rivista Anacanapana è acquistabile anche a Bologna presso Alessandro Libreria in via Borgo di San Pietro(dovrebbe essere esposta assieme a "Fumo di China", o comunque è sempre ordinabile), da Alastor a Napoli (un grazie al Ghetto per la segnalazione), da Eta Beta a Forlì ed a Milano alla Borsa del fumetto, o attraverso altre fumetterie.
Un grazie a chi lo ha già fatto, in particolare agli acquirenti di quelle diciotto copie vendute finora a Bologna attraverso Alessandro Libreria .

In alternativa è ordinabile anche su 1,2,3 stella, Casa del fumetto, E-Comics, Hovistocose, come si può vedere dall'immagine in apertura di post.

Naturalmente si trova anche in varie mostremercato allo stand di "Fumo di China"; l'ultima è stata Cartoomics.

--------------------------------------------------------------
Fumettisulweb

Nuovo circuito di fumettisti: Fumettisulweb.
--------------------------------------------------------------
A questo indirizzo il palinsesto settimanale di Tele Capodistria.
A questo indirizzo è possibile scaricare in pdf la rivista del Conna "Nuove Antenne".

giovedì 7 gennaio 2010

Come acquistare Anacanapana


Questo disegno in preparazione per il numero due di Anacanapana appartiene alla storia di Enrico, Marco e Sara, la seconda parte della storia dove dopo la presentazione di altri comprimari si passa all'azione.
Naturalmente vi ri-segnalo la rivista Anacanapana, dedicata al fumetto ed edita dal Cartoon Club di Rimini. All'interno, fumetti umoristici italiani recenti, con autori già noti in rete, e strisce umoristiche statunitensi degli anni dieci-venti. Un numero zero in pdf, comprensivo di una storia a colori di 8 tavole del trio Enrico-Marco-Sara, è scaricabile gratuitamente cliccando su questo collegamento (EDIT: non più in rete dall'estate 2012).
Qui sotto copertina e sommario:

Una bellissima rivista :-P
Aperiodico, 48 pagine in b/n+copertina a colori, formato 26x22 cm, prezzo di copertina 6 euro (il costo di una pizza).
I n.1 e 2 si possono ordinare direttamente all’editore (o acquistarli direttamente nella sede di Rimini, previo appuntamento), http://www.cartoonclub.it/Italiano/home.htm, http://www.fumodichina.com/fumetti.htm, seguendo le istruzioni di questa pagina; le spese di spedizione sono di 5 euro sia con vaglia postale che con bonifico, ma è comunque possibile con la stessa spedizione acquistare anche altri fumetti targati Cartoon Club, visibili in questa pagina, per esempio le strisce di "Pinturocchio".
-- La rivista Anacanapana è acquistabile anche a Bologna presso Alessandro Libreria, oppure ordinabile attraverso fumetteria, e così pure ZeroZeroamici; oppure è reperibile:
-- Agli “stand” del Cartoon Club alle manifestazioni alla quale partecipa la casa editrice (Riminicomix, Lucca Comics and Games; Romics ed altre).
Prossimo appuntamento: Novegro Fumetto, a Milano, presso il
Parco Esposizioni Novegro, 6-7 febbraio 2010, bancone del Cartoon Club.
-- Oppure i
l n.1 della rivista si trova, scontato, anche in questa pagina del sito "Hovistocose".
Qui sotto una immagine della rivista a Luccacomics fornita dall'amico Ghetto

La rivista esiste!
--------------------------------------------------------------
L'amico Baldo Di Stefano ha purtroppo chiuso la rivista "Fatece Largo" e relativo blog; bisogna comunque fargli i complimenti per avere portato avanti per anni la causa del fumetto "minore".
---------------------------------------------------------------
Per acquistare gli albi di Lurko cliccate su questa frase
---------------------------------------------------------------
Dati aggiornati-gennaio 2010
Ricordo che Tele Capodistria è tornata a trasmettere via satellite da agosto 2009, Hotbird -13 gradi est; vecchia frequenza: 12.303 Mhz, ma dal 15 dicembre scorso si è iniziato a trasmettere sulla nuova frequenza 12.250 Mhz; la vecchia è stata spenta il 4 gennaio; polarizzazione: Verticale, Symbol Rate: 27.500, FEC: ¾, codice di identificazione: TV K-C
--------------------------------------------------------------
Transizione al digitale:
Filippo Rebecchini, presidente della Federazione Radio Televisioni, sul Corriere della Sera è arrivato a dichiarare che "Rispetto alle 550 emittenti locali che abbiamo oggi, alla fine non ne resteranno più di un centinaio" (da NewsLine; altro articolo in merito).
Articolo in merito sul blog di Palinsesti Storici; per una proposta riguardante il digitale delle tv locali cliccare su questo collegamento.

Lettori fissi